• virtualbox-windows10-mac

    VirtualBox e Windows 10 su Mac

    Installare, configurare e usare VirtualBox, il software di  virtualizzazione di Oracle che ti permette di ospitare più sistemi operativi su una singola macchina fisica.

    Introduzione a VirtualBox

    Se hai un PC con sistema operativo Windows e hai bisogno di sviluppare sotto Linux, oppure se hai un Mac e hai bisogno di eseguire dei software Windows, hai la possibilità di evitare di acquistare un altro computer. Esiste una soluzione più semplice e meno costosa: una macchina virtuale.
    Una macchina virtuale è un software che simula un computer e VirtualBox di Oracle è uno strumento semplice utilizzato per creare macchine virtuali sul tuo computer portatile o desktop. Puoi usare queste macchine virtuali per eseguire dei test, per apprendere o per utilizzare un software che non funziona sulla tua piattaforma principale, mantenendo al sicuro il tuo computer reale dalle modifiche.

    virtualbox

    In un articolo precedente su questo blog dal titolo La virtualizzazione ho affrontato i concetti cruciali alla base della tecnologia di virtualizzazione (con i suoi pro e contro) e ho parlato di come viene usata di solito la virtualizzazione. In questo corso vedremo la virtualizzazione con VirtualBox e installeremo Windows in una macchina virtuale.

    VirtualBox è un’applicazione di Oracle che consente di eseguire un sistema operativo (guest) all’interno del tuo sistema operativo (host), utilizzando la virtualizzazione: un software chiamato hypervisor fornisce uno spazio protetto in modalità sandbox per l’esecuzione di un sistema operativo. Questo spazio protetto, o macchina virtuale, funziona come un computer vero e proprio, con il suo sistema operativo, le sue periferiche, i suoi dati, tutti separati dal sistema operativo host.

    hypervisor-tipo2

    Con VirtualBox è possibile condividere una parte delle risorse dell’host (CPU, memoria, spazio di archiviazione, etc …) con uno o più VM. VirtualBox è un software gratuito e può essere installato su Windows, Mac OS e Linux. All’interno delle macchine virtuali, i sistemi operativi più comunemente installati, sono Windows e Linux. Poiché le macchine virtuali ci consentono di creare spazi protetti e installare interi sistemi operativi, l’uso di macchine virtuali con VirtualBox è estremamente comune nelle situazioni di apprendimento, nei processi di sviluppo del software e negli ambienti di test. Le macchine virtuali sono utilissime per l’apprendimento di software e sistemi operativi, perché qualsiasi modifica apportata al loro interno non influisce sul sistema host.

     

    Scaricare VirtualBox

    Per scaricare VirtualBox apri la pagina ufficiale https://www.virtualbox.org/

    virtualbox-pagina-ufficiale

     

    Clicca sul pulsante blu Download VirtualBox 5.2 o naviga sul link di download sul menu sul lato sinistro della pagina. Verrà aperta la pagina per scaricare i package per ciascuna piattaforma.

    virtualbox-download

    Io voglio installare VirtualBox sul mio Mac, quindi clicco sul link OX X hosts. Viene scaricato il file VirtualBox-5.2.8-121009-OSX.dmg di circa 95 Mb.

     

    Installare VirtualBox su OS X

    Apri la cartella di download e fai doppio clic sul file VirtualBox-5.2.8-121009-OSX.dmg. Viene mostrata la finestra con la procedura per l’installazione di VirtualBox.

    installazione-virtualbox

    Fai doppio click sull’icona al punto uno VirtualBox.pkg.

    virtualbox-verifica-installazione

    Clicca sul pulsante Continua.

    virtualbox-installazione

    Clicca sul pulsante Continua ed eventualmente modifica la posizione dell’installazione.

    virtualbox-installazione-posizione

    Clicca sul pulsante Installa. Alla fine del processo viene mostrata la schermata che comunica che l’installazione è completata.

    virtualbox-installazione-riuscita

    Clicca sul pulsante Chiudi.

     

    Eseguire VirtualBox

    VirtualBox è installato tra le Applicazioni, puoi lanciarlo come qualsiasi altro programma. Apri VirtualBox.

    virtualbox-schermata-iniziale

    La finestra che vedi si chiama VirtualBox Manager ed è l’interfaccia in cui possiamo creare, modificare e gestire macchine virtuali. Al momento non ci sono ancora macchine virtuali. Sul lato sinistro del gestore di VirtualBox c’è un’area in cui verranno elencate le macchine virtuali.  Sulla destra, c’è un’area che mostra i dettagli della macchina virtuale selezionata. Nella parte superiore della finestra c’è una barra degli strumenti che contiene i pulsanti per creare una nuova macchina virtuale, per modificare le impostazioni di una VM già creata, un’opzione per eliminare una VM e un pulsante per avviare una macchina virtuale. Sul lato destro della barra degli strumenti ci sono due pulsante: Strumenti della macchina che contiene due opzioni: Dettagli e Istantanee. (normalmente si vedono i dettagli, ma una volta installata una VM, possiamo scattare istantanee del suo stato attuale, gestite con la schermata delle istantanee).
    Ora installiamo una VM con Windows 10 su VirtualBox.

    Scaricare Windows 10

    Per installare Windows 10 in VirtualBox, abbiamo bisogno di un disco (o di un’immagine ) di installazione. VirtualBox consente di connettere un’unità ottica ad una macchina virtuale e in questo articolo utilizzeremo un’immagine ISO. Apri la pagina https://www.microsoft.com/it-it/software-download/windows10ISO e seleziona l’edizione Windows 10 e la lingua Italiana. Cicca sul pulsante Conferma.

    download-windows-scelta-versione-lingua

    Poi clicca sul pulsante per scaricare la versione a 64 bit. Viene scaricato il file Win10_1709_Italian_x64.iso, di circa 4,3 Gb.

    Creazione di una nuova VM

    Adesso che l’ISO è disponibile, dal gestore VirtualBox faccio clic sul pulsante Nuova (in alto a sinistra) per creare una nuova macchina virtuale. Inserisci le informazioni sul nome della macchina virtuale, sul sistema operativo e sulla versione.

    virtualbox-nuova-macchina-virtuale

    Il pulsante Modalità esperta ti consente di impostare più opzioni. Clicca sul pulsante Continua.

    virtualbox-impostazione-ram

    Imposta la quantità di RAM da assegnare alla VM. VirtualBox suggerisce 2048 MB, cioè 2 GB. Sposta il selettore a 4 Gb. La banda colorata rappresenta la memoria del sistema host: io ho 8 GB. Scegli un valore nella banda verde, ad esempio 4096 Mb (4 GB) e clicca sul pulsante Continua.

    virtualbox-disco-virtuale

    Seleziona “Crea subito un disco fisso virtuale” e clicca su Crea.

    virtualbox-tipo-disco-virtuale

    Seleziona il tipo di immagine disco VDI. Gli altri formati possono essere utilizzati se il disco virtuale che stiamo creando deve essere utilizzato da altri software di virtualizzazione, come HyperV o VMware. Clicca su Continua.

    virtualbox-disco-allocazione-dinamica

    In questa schermata occorre scegliere che tipo di archiviazione disco utilizzare, dinamica o statica. Scegli l’allocazione dinamica e imposta 50 Gb.

    virtualbox-dimensione-disco

    In questa schermata puoi anche modificare il percorso di archiviazione del file e il nome del file. Clicca sul pulsante Crea.

    virtualbox-nuova-vm

    La procedura guidata guidata è terminata. Cliccando su Strumenti di gestione e poi Dettagli puoi vedere alcune informazioni generali, di sistema e così via.

    virtualbox-dettagli-nuova-vm

    Rimane solo un’ultima cosa, cioè alla macchina da dove installare Windows, cioè fornire il file ISO scaricato in precedenza, che si comporta come un DVD inserito in un’unità ottica. Clicca su Porta SATA 1: [Lettori ottici] Vuoto sotto Archiviazione e clicca su Scegli immagine disco.

    virtaulbox-scegli-immagine-disco

    Seleziona il file Win10_1709_Italian_x64.iso dalla cartella Download e clicca sul pulsante verde Avvia per lanciare l’installazione.

    virtualbox-avvia-installazione-windows

    La macchina virtuale verrà avviata e verrà lanciata dall’immagine del disco di Windows Installer.

    Installazione di Windows 10 sulla nuova VM

    Prima di vedere i passi dell’installazione di Windows 10, osserviamo i messaggi di VirtualBox, che dice che ho la tastiera con acquisizione automatica attivata, cioè, ogni volta che clicco sulla Macchina Virtuale, l’input dalla mia tastiera andrà al guest, non all’host. Per uscire da quella modalità, dovrò premere CMD sinistro su Mac. Posso chiudere questo messaggio o scegliere di non mostrarlo di nuovo. Il secondo messaggio indica che il sistema operativo guest supporta l’integrazione del puntatore del mouse, cioè mentre muovo il mouse sulla macchina virtuale, il cursore del mouse guest verrà mosso insieme ad esso.

    VirtualBox-installazione-win10

    Inserisci la lingua italiana, il formata di ora e valuta italiana, il layout di tastiera italiana. Clicca su Avanti.

    virtualbox-attivazione-windows

    In questa schermata clicca su “Non ho un codice Product Key”: Microsoft consente di utilizzare Windows per un po’, poi se vuoi continuare ad utilizzarlo devi acquistare un codice prodotto.

    virtualbox-scelta-windows-pro

    Scegli Windows 10 Pro e clicca su Avanti. Leggi le avvertenze e le condizioni di licenza e accettale.

    virtualbox-dove-installare-windows

    Seleziona lo spazio non allocato unità 0 e clicca su Avanti.

    virtualbox-avanzamento-installazione-windows

    I passi che seguono sono:

    • scegli le impostazioni di privacy;
    • scegli il nome dell’utente che userà Windows;
    • crea una password;
    • conferma la password;
    • scegli se eseguire l’accesso con un account Microsoft;
    • utilizza un account offline;
    • utilizza una configurazione per uso personale (e non aziendale);
    • scegli il layout di tastiera italiana.

    Ad installazione completata, vedrai la macchina virtuale con Windows 10 in esecuzione.

    virtualbox-windows10-avviato

     

    Giulio Cantali – IT Consultant

    Creatore di Database Master, il primo percorso per diventare esperti di database

Lascia un commento

Se vuoi condividere la tua opinione, lascia un commento

Puoi usare questi tag e attributi: HTML:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code class="" title="" data-url=""> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong> <pre class="" title="" data-url=""> <span class="" title="" data-url="">