• installazione-cassandra-mac

    Installazione di Cassandra su Mac

    In questo articolo vedremo come installare passo passo il database NoSQL Cassandra su Mac.

    In un precedente articolo dal titolo “I database NoSQL” su questo blog abbiamo affrontato l’argomento dei database NoSQL, con le loro caratteristiche e le differenze rispetto ai database relazionali. Questo articolo è propedeutico all’approfondimento all’utilizzo del database NoSQL Cassandra. In questo articolo verrà descritto come eseguire un’installazione locale su Mac con scopi didattici, cioè per prendere familiarità con la filosofia di Cassandra, con l’ambiente e con il linguaggio di interrogazione.

     

    Prerequisiti all’installazione del database Cassandra

    È richiesta almeno la versione Java 7. Pertanto, se sul tuo Mac non c’è, procedi all’installazione del Java Development Kit versione 7 o successiva.

     

    Download ed estrazione del database Cassandra

    Apri un terminale da Mac e crea la directory che conterrà Cassandra.

    L’opzione -p creerà l’intero percorso, anche se le directory padre/antenato non esistono.

    Spostati nella directory appena creata:

    A questo punto puoi scaricare l’ultima versione di Cassandra. Nella pagina ufficiale di Download, è possibile vedere che l’ultima release rilasciata è la 3.11.1, in data 10-10-2017.

    download-cassandra

    Clicca sul link 3.11.1. e scarica il pacchetto di installazione di Cassandra da uno dei mirror proposti:

    mirror-download-cassandra

    Io ho usato http://it.apache.contactlab.it/cassandra/3.11.1/apache-cassandra-3.11.1-bin.tar.gz.

    Copia il file apache-cassandra-3.11.1-bin.tar.gz (di circa 38 Mb) nella directory ~/opt/packages/cassandra/ ed estrai l’archivio:

     

    Configurazione dell’ambiente

    Edita il file .bash.profile della tua home directory, ad esempio con il comando:

    e aggiungi la seguente riga:

    Lancia il seguente comando per ricaricare il file .bash.profile:

    e infine verifica l’avvenuta installazione e la versione installata lanciando il comando seguente:

    Il comando dovrebbe restituire la versione 3.11.1.

     

    Avvio del server Cassandra

    Siamo pronti per avviare il server Cassandra e lo faremo lanciando il processo che ci consente di vedere l’output da terminale:

    Una volta partito il server, puoi interrogarlo con l’utility cqlsh, un client da linea di comando basato su Python per eseguire i comandi Cassandra Query Language (CQL):

    Viene mostrato il messaggio di connessione seguente:

    Connected to Test Cluster at 127.0.0.1:9042.

     

    Ad esempio, una volta connessi al database con cqlsh, lanciando il comando DESCRIBE KEYSPACES verranno mostrati i keyspace presenti (system_traces, system_schema, system_auth, system system_distributed).

     

     

    Giulio Cantali – IT Consultant

    Creatore di Database Master, il primo percorso per diventare esperti di database

Lascia un commento

Se vuoi condividere la tua opinione, lascia un commento

Puoi usare questi tag e attributi: HTML:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code class="" title="" data-url=""> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong> <pre class="" title="" data-url=""> <span class="" title="" data-url="">